Stare caldi, stare informati, stare coinvolti / Parte I

Stare bene in casa è una priorità e stare al caldo in inverno è una necessità. Il comfort termico però può facilmente trascendere in temperature troppo alte, per il comfort personale, la salute propria e quella del pianeta.

A Feltrinelli 16, come in molti condomini, gestire la temperatura ideale in casa e di conseguenza anche l’energia consumata per il comfort termico può essere difficile, molto difficile. Le infrastrutture e gli impianti di ultima generazione consentirebbero di stare al caldo con bassi consumi ma percezioni individuali, abitudini radicate e interfacce non particolarmente facili da comprendere rendono il risparmio energetico nella gestione termica una sfida, che EnerPOP accetta di intraprendere.

Cominciamo proprio dalle interfacce, la componente presumibilmente più immediata su cui intervenire. Diversi inquilini hanno riportato che è difficile comprendere come usare il cronotermostato installato nei loro appartamenti. Il cronotermostato è un dispositivo che aiuta mantenere la temperatura in casa all’interno di un intervallo di temperature ideali a scelta dell’inquilino (entro i termini di legge idealmente) e in base alla sua programmazione oraria di giornate tipo.

Ecco come si presenta il cronotermostato. Un display segna l’orario o la temperatura in casa, circondato da tanti pulsantini. Due rotelle a margine, possibilmente per regolare la temperatura. Ed ecco che si notano due simboli: sole e luna. Cosa indicheranno? Giorno e notte suggerirebbero studi di semiotica. E il fiocco di neve? Forse per raffrescare.

Cronotermostato installato negli appartamenti di via Feltrinelli 16

Augusto, pensionato di oltre 70 anni, che ha letto attentamente il manuale di istruzioni del dispositivo, sottolineandolo, ci spiega invece che il sole indica la funzione COMFORT, mentre la luna indica RIDUZIONE. La verifica del manuale di istruzioni conferma ogni parola detta da Augusto. Comfort e riduzione. Occorre ancora qualche sforzo per capire come interpretare questi termini per una corretta ed efficace programmazione del cronotermostato.

Augusto ce la spiega secondo la modalità a lui più consona da far comprendere agli altri inquilini che gli chiedono regolarmente supporto programmazione. Il manuale di istruzioni suggerisce qualche altro passaggio utile. Occorrono strumenti di comunicazione decisamente più efficaci per raggiungere un numero più vasto di inquilini che magari evitano di chiedere.

EnerPOP apporta un contributo anche su questo fronte, attraverso strumenti che esplicitino come stare confortevolmente al caldo in casa, senza stress e risparmiando. Alcuni pratiche sono molto semplici e comuni, seppur difficili da cambiare una volta radicate in modo energivoro. Altri aspetti, come la programmazione del cronotermostato richiedono impegno di ascolto e apprendimento.

I vari strumenti messi a punto ambiscono a raggiungere gli inquilini secondo i canali a ciascuno più consoni, dalle istruzioni semplificate al video tutorial, dal cartaceo al digitale. Nel prossimo post gli strumenti e le reazioni verranno esplicitate. Per i più curiosi, i video realizzati sono stati già caricati su questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.